Tempo di Libri chiude con il 60% di presenze in più rispetto alla prima edizione

Articolo scritto da Redazione il 14.3.2018

La seconda edizione di Tempo di Libri si è chiusa con 97.240 i biglietti staccati e un aumento del 60% delle presenze registrate rispetto al 2017.

Soddisfazione generale degli organizzatori che hanno sottolineato la presenza tra i visitatori di 16 mila i bambini e ragazzi arrivati con le proprie classi per seguire incontri e partecipare ai laboratori.

Le dichiarazioni degli organizzatori

Riccardo Franco Levi, presidente dell’AIE – Associazione Italiana Editori, ha dato subito il via ai lavori per l’edizione 2019 che si terrà quasi sicuramente nello stesso periodo: “Volevamo che fosse una festa del libro e così è stato, siamo felicissimi. Milano ha parlato e ha detto ad alta voce: ‘Tempo di Libri ci è piaciuta e la vogliamo ancora’.”

Fabrizio Curci, Amministratore delegato di Fiera Milano, ci ha tenuto a sottolineare la qualità dei contenuti proposti negli 800 incontri con 1.200 ospiti in programma“Tempo di Libri è per noi un evento importante per supportare lo sviluppo di un settore produttivo che in questi cinque giorni di manifestazione ha promosso non solo i libri ma contenuti e valori.”

Andrea Kerbaker, direttore di Tempo di Libri, ha evidenziato il gradimento del pubblico per un programma ampio e articolato, che è andato incontro agli interessi e alla curiosità di tutti: “Il direttore di una manifestazione di questo tipo lavora in funzione di espositori e visitatori. Se loro sorridono, sorride anche lui. E qui ho visto molti sorrisi”.

Un successo di pubblico anche sul fronte digitale

Oltre due milioni di utenti hanno seguito e partecipato a Tempo di Libri tramite il sito web e i canali social ufficiali: le 60 dirette streaming hanno superato le 500.000 visualizzazioni e le immagini pubblicate su Instagram hanno raggiunto 400.000 persone. Più di 5.000 gli utenti che hanno seguito l’account @TempoDiLibri via Twitter.

Il versante professionale

Il programma professionale  è stato molto seguito da addetti ai lavori, studenti universitari e lettori curiosi di guardare dietro le quinte dell’editoria, che hanno riempito le sale di tutti gli incontri in calendario. Non è stato da meno il MIRC – Milan International Rights Center: oltre 500 i partecipanti, di cui 170 operatori stranieri da 32 Paesi, e più di 6.500 appuntamenti.

Scopri di più su tempodilibri.it.